AF57A - COSTRUZIONE EDIFICIO SCOLASTICO A GOUHOUTOU R.C.A.
IL PROGETTO AF57A - VEDE LA COSTRUZIONE DI UNA STRUTTURA COMPOSTA DA TRE AULE E UN UFFICIO CHE GARANTISCANO AI BAMBINI DEL VILLAGGIO UN MINIMO DI ISTRUZIONE SENZA DOVERSI SPOSTARE PER TANTI KM.

Padre Brisacani Giuseppe ci scrive da Gouhoutou 

 

E’ quasi ultimato l’edificio che comprende le tre aule scolastiche e il piccolo ufficio di segreteria della scuola di Gouhoutou. E’ quasi ultimato nel senso che mancano poche rifinuture come le serrature alle porte, un’imbiancata ai muri e i banchi.

Precedentemente, essendo l’edificio scolastico una semplice tettoia in paglia completamente aperta sui lati, i capricci della meteo condizionavano non poco lo svolgersi quotidiano delle lezioni.


Ma ora i bambini di Gouhoutou potranno iniziare il nuovo anno scolastico in una vera scuola di mattoni. Così che, sole o pioggia o vento, potranno frequentare quotidianamente la loro scuola.

Sono certo meritevoli di lode gli abitanti di Gouhoutou. Non hanno aspettato inoperosi che i missionari costruissero loro la scuola per mettersi a far lezione. Ce lo mostra il fatto che avevano già messo in piedi la loro tettoia in paglia. Non hanno perso l’anno scolastico solo perché forse era meglio aspettare di avere la scuola di mattoni. La scuola di mattoni è venuta, ma loro la scuola ce l’avevano già nel cuore, ce l’avevano già a cuore.

Fuori dai maggiori centri abitati, l’alfabetizzazione resta uno dei problemi maggiori da risolvere. Può sembrare strano, ma in un paese come la Repubblica Centrafricana, almeno tre problemi maggiori impediscono lo sviluppo: la mancanza di scuole, e il conseguente analfabetismo; la mancanza di ospedali e dispensari, e l’alto tasso di mortalità della popolazioni, con una speranza di vita tra le più basse al mondo (44 anni); infine la mancanza di una normale rete stradale (per arrivare a Grimari da Bangui, che sono poi solo trecento chilometri, occorrono oramai otto o nove ore).

La mancanza di scuole é associata alla mancanza di insegnanti preparati, tanto che, fuori dai maggiori centri urbani sono delle persono senza titolo di studio che insegnano ai ragazzini; spesso senza nessuna formazione adeguata, muniti però di buona volontà. Ma non si va avanti molto solo a colpi di buoni volontà. Occorre avere dei maestri veri.

Il paese ha bisogno ora più che mai di persone preparate e che sappiano riflettere. I problemi che complicano la situzione del Centrafrica nel suo cammino per il ritorno della pace sono molteplici. La scuola, l’istruzione, è sicuramente da annoverare nella lista delle soluzioni. Anche in villaggi rurali come Gouhoutou.

Adesso hanno il loro edificio scolastico. Il resto verrà col tempo e la dedizione di persone che credono in un avvenire migliore.

          

 

Un grazie di cuore a tutti i beneffattori che hanno reso possibile questo piccolo ma significativo passo in avanti per la goiventù di Gouhoutou.

P. Brisacani Giuseppe.

Per contributi (donazioni liberali) ci si può servire di queste indicazioni:

Bonifico bancario presso Veneto Banca 

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

IBAN: IT 47 M 05035 11702 19057 0352779

Causale:  Progetto AF57A- COSTRUZIONE ED. SCOLASTICO

Oppure con il conto corrente postale numero: 7452142

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

Le vostre offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente

_______________________________________________________________________________________

IL TUO 5X1000 A FONDAZIONE NIGRIZIA ONLUS CODICE FISCALE 93216840236

TANTO ABBIAMO FATTO GRAZIE AL TUO AIUTO E TANTO POSSIAMO ANCORA FARE CON IL TUO AIUTO.