AIUTIAMO I PIGMEI AD AVERE UNA SCUOLA
AF66 - UNA SCUOLA PER I PIGMEI DI MUNGBERE R.D.C.
I Pigmei sono probabilmente la popolazione più antica che abbia abitato le foreste equatoriali e tropicali africane. A nominare i Pigmei per la prima volta fu Omero nel terzo libro dell’Iliade, accennando alla loro leggendaria battaglia con le gru. Su monumenti egiziani del II millennio a.c. compaiono scritte in cui si definiscono “danzatori degli dei” per la loro abilità nella danza. Il nome Pigmeo deriva dal greco “alto un cubito”: gli uomini sono alti in media 140 cm e le donne 130 cm. Vivono in vaste foreste del Camerun, Centrafrica, Congo, Gabon, Est Uganda e Rwanda, in villaggi di circa ottanta persone (10-15 famiglie); le “case” sono capanne, fatte con alberelli, rami, foglie di banano e fango, ecc.. Essi sono considerati nomadi pur rimanendo sempre nella stessa area. La società pigmea è basata sulla famiglia: quella nucleare (genitori e figli) e quella allargata (nonni, zii). La famiglia è posta al servizio dell’individuo. C’è parità di diritti tra uomo e donna pur nella diversità delle funzioni e attività. Ogni decisione è collettiva. I Pigmei si procurano il cibo per la loro sussistenza giorno per giorno con la caccia, la pesca e la raccolta di prodotti della foresta (funghi, radici, miele, frutti, ecc..). Il loro lavoro è solo in ordine alla sussistenza. Non esiste il diritto di proprietà: c’è il diritto di usufrutto del prodotto del proprio lavoro. Purtroppo lungo la storia i Pigmei sono stati oggetto di discriminazione e di angherie, fino alla schiavitù. Non hanno di fatto rappresentatività presso i governi e quindi non hanno la possibilità di difendere le loro terre e risorse. Solo verso la fine del 1900, grazie ad antropologi e missionari cominciano a godere dei loro diritti.

La missione di Mungbere al Nord della Repubblica del Congo ha una popolazione di circa 50.000 abitanti. I Pigmei della zona sono circa 2.000 e vivono in una trentina di accampamenti, ai margini dei villaggi.

  L’azione dei Comboniani mira a una certa loro integrazione nella società. Punto di partenza per questo: la scolarizzazione. Dal 1993 moltissimi Pigmei hanno iniziato a frequentare almeno alcune classi delle elementari. Cinque di essi oggi sono maestri diplomati, quattro sono infermiere, due sono responsabili di dispensari in foresta, molte ragazze hanno imparato taglio e cucito, altri falegnameria, meccanica , ecc..

Per proseguire gli studi dopo le elementari i Pigmei venivano inviati al capoluogo Wamba, molto lontano. Ora, dato il numero rilevante – una trentina – di candidati alla scuola secondaria si vorrebbe costruire un piccolo centro scolastico in materiale semi durabile a una ventina di km dal grande villaggio di Apodo. Servono due aule scolastiche che sono anche aule di studio, una cucina, due dormitori, un refettorio, dei servizi e una casa/capanna per la direzione. Logicamente i fabbricati vanno ammobiliati con banchi, sedie, letti, ecc.. Il tetto, perché sia durabile sarà in lamiere zincate. Per permettere di studiare la sera si installeranno due pannelli solari. Altre spese sono per le tasse scolastiche, le uniformi, i testi, le matite, i viveri (riso, fagioli, olio).

Un ragazzo per il vitto costa € 36,00 al mese (per 30 ragazzi per 9 mesi = € 9.720,00).

Le costruzioni costano € 4.399,00. Il resto (ammobiliamento, materiale e tasse scolastiche, ecc…) € 10.558,00.

  

IL COSTO TOTALE DEL PROGETTO (AF66) E’ DI € 24.677,00

La collaborazione della gente locale e dei Pigmei è assicurata.

Siamo sicuri che ci saranno molti amici che daranno a molti Pigmei una speranza di vita migliore. Il responsabile del progetto, il comboniano che da molti anni opera a favore dei Pigmei, Padre Franco Laudani ringrazia di tutto cuore per quanto si farà e augura un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo. 

Per contributi (donazioni liberali) ci si può servire di queste indicazioni:

Bonifico bancario presso Banca Etica 

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

IBAN: IT 93 H050 1812 1010 0000 0232 402

Causale:  Progetto AF66 - SCUOLA PER PIGMEI

Oppure con il conto corrente postale numero: 7452142

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

Le vostre offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente

_______________________________________________________________________________________

IL TUO 5X1000 A FONDAZIONE NIGRIZIA ONLUS CODICE FISCALE 93216840236

TANTO ABBIAMO FATTO GRAZIE AL TUO AIUTO E TANTO POSSIAMO ANCORA FARE CON IL TUO AIUTO.