solidarietà senza frontiere
EROGAZIONI INVIATE NEL 2014
Un grazie grandissimo a tutti coloro che hanno reso possibili questi progetti. Non è uno sterile elenco, ma sono volti e storie che abbiamo incontrato e insieme vogliamo costruire un futuro migliore. Tutte le opere di promozione umana e di evangelizzazione realizzate in missione sono il frutto della solidarietà di tante persone e della collaborazione con la gente del posto.

Rigenerare l’Africa con l’Africa

L’azione del missionario si svolge tra evangelizzazione e promozione umana, due attività inscindibili per i legami profondi che hanno di ordine antropologico, teologico ed evangelico: figlio di Dio, figlio dell’uomo.

In questa logica, la Fondazione Nigrizia Onlus promuove e finanzia progetti di evangelizzazione e di sviluppo in un rapporto collaborativo con i beneficiari locali. Secondo lo spirito originario di San Daniele Comboni – “Rigenerare l’Africa con l’Africa” – la partecipazione della gente locale è elemento fondamentale che garantisce altresì, la buona riuscita e la continuità dei progetti stessi. Certamente il peso maggiore nel finanziamento dei progetti ricade sugli amici e benefattori italiani dei missionari.

 

Finanziamenti dei progetti nel 2014

 Lo scorso anno la Fondazione Nigrizia Onlus ha finanziato 26 progetti per il valore di €_291.604,97.

Erano progetti riguardanti diversi settori di promozione umana e sviluppo. Ne citiamo solo alcuni.

Innanzitutto abbiamo aiutato il Sud Sudan e la Repubblica Centrafricana, due paesi afflitti da guerre interminabili e bisognosi di riconciliazione per sanare le ferite dei conflitti e ricominciare la ricostruzione.

Necessitano di tutto: viveri, medicine, sussidi per le scuole, materiali per la riparazione di scuole, dispensari, cappelle, ecc.

Una sovvenzione è stata data alla missione di Segheneity in Eritrea – altro paese all’ordine del giorno per i tanti profughi che arrivano tra noi sfuggendo alla fame e alla guerra del “regime” – per la formazione di agenti sociali, incaricati di passare nei diversi villaggi a dare elementari istruzioni di igiene e di gestione delle risorse umane e materiali.

Nel contesto del 50° della presenza Comboniana in R.D. del Congo e del martirio, al tempo dei Simba, di 4 missionari Comboniani, si è finanziato un documentario che attesta quanto fatto dai Comboniani per l’evangelizzazione e la promozione umana: scuole, dispensari, ospedali, chiese, strade, pozzi, ponti, corsi di formazione per agenti pastorali e agenti sociali ecc. Il filmato è stato trasmesso anche dalla TV nazionale .

A Lunzu, in Malawi, abbiamo dato un contributo a una scuola professionale con l’obbiettivo di garantire la regolare continuità del periodo formativo scolastico agli studenti. Nella scuola si formano elettricisti, carpentieri, falegnami e meccanici. Gli studenti sono 120. Con 12.000 € abbiamo fornito utensili e materiale didattico e garantito un piccolo temporaneo mantenimento agli studenti provenienti da lontano.

 

In 5 villaggi nei dintorni di Lai (Ciad), con 10.000 € e la collaborazione della gente, si sono fatti 5 pozzi, per dare acqua sicura ed evitare alla gente di fare chilometri e chilometri per raggiungere una sorgente, non sempre pulita.

La mancanza di acqua è deleterea per tutti, ma in particolare per i bambini.

Usufruendo del contributo 5x1000 abbiamo finanziato 2 radio, una in Ciad a Lai e una nel Nordest  del Brasile a Balsas e dato un sostegno scolastico alla scuola di Nyala in Sudan.

Altri progetti sono stati realizzati a Kinshasa e a Isiro (R.D. Congo), Tabligbo (Togo), S.Luis Peten (Guatemala), Nampula (Mozambico), Sakakini (Egitto) ecc… Ad essi vanno aggiunti i progetti finanziati con il Mondiario/PM ( El Salvador: Mensa per bambini, €  10.500), e con Nigrizia (Centrafrica: missioni Fatim, Dekoa, Grimari: € 26.000)