Repubblica Democratica del Congo
Un asilo per i bambini di Isiro - R.D. Congo
Nella devastata Repubblica Democratica del Congo i bambini sono le prime vittime della povertà e dell'abbandono.

A Isiro, un grosso centro abitato nel Nord della R.D. Congo, i missionari comboniani hanno realizzato un asilo per dare ospitalità diurna a circa sessanta bambini provenienti da famiglie poverissime che non sono in grado di garantire loro il cibo minimo vitale. Questo progetto intende sostenere l'asilo contribuendo ai costi annuali per garantire almeno un pasto giornaliero a questi bambini. 

Aggiornamento del 6 settembre 2012

Ci scrive fratel Duilio Plazzotta da Isiro: “Attualmente il lavoro pastorale occupa tre padri di tre nazionalità differenti (messicana, portoghese e italiana) e due fratelli. Seguiamo diverse opere di promozione sociale: Per la scuola sosteniamo oltre 250 bambini e ragazzi poveri per le spese scolastiche, e inoltre una decina di studenti universitari, con una spesa annua globale che si aggira sui 15.000 euro.

In parrocchia sosteniamo anche un asilo nido per aiutare le mamme in difficoltà, e un centro nutrizionale per i bambini denutriti o mal nutriti, a seguito di condizioni famigliari difficili (orfani, bambini a carico dei nonni, figli di ragazze madri, ecc). Nel servizio siamo coadiuvati dalle mamme vedove che fanno parte dell’associazione “Femmes Seules avec Jésus”, molto brave e disponibili. Queste mamme ci aiutano anche nell’assistenza ai poveri e agli ammalati della parrocchia.
La spesa annua per i bambini denutriti si aggira per ora sui 2.500 euro, ma crediamo necessario migliorare il servizio con altri pasti.”

In considerazione delle necessità evidenziate da Fratel Duilio, è stato deciso di estendere a tre annualità l’assistenza che la Fondazione Nigrizia Onlus intende fornire con il contributo dei propri sostenitori, al fine di garantire maggiormente il servizio mensa, data la gravità della situazione alimentare generale e delle condizioni di malnutrizione in cui versano i bambini assistiti dal progetto.
Pertanto il contributo minimo che vorremmo poter garantire è quindi di  9.000 euro.